Auxilium all’Expo 2015

Auxilium all’Expo 2015

Milano (Italia). «Nutrire il corpo, educare la persona, coltivare il sogno». È il filo conduttore per le due giornate, animate dalla Facoltà di Scienze dell’Educazione Auxilium delle Figlie di Maria Ausiliatrice, il 23 e 24 settembre all’Expo 2015 di Milano e che si pone in linea con il tema dell’Esposizione universale “Nutrire il pianeta, Energia per la vita” sia con la proposta di Casa Don Bosco “Educare i giovani, Energia per la vita”.

L’energia del futuro, del pianeta e dell’umanità sono proprio i giovani e il miglior investimento per il domani è l’educazione. A partire da queste convinzioni, la due giorni avrà come filo rosso il tema “Nutrire il corpo, educare la persona, coltivare il sogno”. Il nutrimento, infatti, diventa energia di futuro sia per la terra, casa comune, sia per l’umanità quando si accompagna con l’educazione integrale della persona e con una rinnovata cultura del lavoro e del suo rapporto con la natura e il pianeta.
La Facoltà è presente all’Esposizione Universale di Milano attraverso “Casa Don Bosco”, il Padiglione della Famiglia salesiana all’Expo 2015, che ogni giorno accoglie centinaia di visitatori, credenti e non credenti, sotto il motto “Educare i giovani, energia per la vita”, ispirato da San Giovanni Bosco fondatore dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice, nel bicentenario della sua nascita. Una scelta che se da una parte raccoglie l’eredità lasciata dal Santo educatore dei giovani, dall’altra mette in risalto la modalità peculiare della Facoltà di rivitalizzare il carisma rendendolo sempre attuale, con qualità e competenza, per il bene dei giovani, degli adolescenti, delle bambine e dei bambini.
Infatti, “educare la persona” è l’azione che integra e accompagna il nutrimento del corpo, perché guarda all’uomo e alla donna di domani; è una serie di interventi con cui oggi si preparano il cittadino e la cittadina responsabili e cooperanti, che domani si prenderanno cura del pianeta. In questa accezione, “coltivare il sogno” è la forza interiore che fa guardare e agire per il domani, è l’energia della giovinezza. Nel sogno sono racchiusi il desiderio, la progettualità e la speranza di un mondo di fratellanza e solidarietà; il sogno è la spinta di ogni sviluppo sostenibile e costruttivo.

Il primo appuntamento è il 23 settembre, alle ore 13.00. La tavola rotonda su “Coltivare il talento di educare”, in cui la Preside, Prof. Pina Del Core, i Docenti Proff. Piera Ruffinato, Elisabetta Straffi e Massimiliano Padula, Beatrice Canavese, e il Dott. Freddy Nicolas, Direttore del Centro ProLingua di Roma, approfondiranno perché educare i giovani, soprattutto nella società contemporanea, significa dare energia alla vita e formare i cittadini e le cittadine di oggi e di domani. È l’occasione per far conoscere l’offerta formativa della Facoltà come contributo specifico per coltivare il sogno di chi vuole essere professionista dell’educazione, esperto nel coltivare il talento dell’educare: forza che fa guardare e agire per il domani, è l’energia della giovinezza. Nel pomeriggio, alle 17.30, un ulteriore momento di dialogo metterà l’attenzione sulle “Periferie dell’educazione”. Coinvolti in questo secondo evento, sono i Direttori e i rappresentanti degli Istituti affiliati e dei Centri di ricerca con cui la Facoltà collabora da anni.
Lorenzo Bontempo, consulente scientifico del «Centro Studi Sociali ‘don Silvio De Annuntiis’» di Scerne, di Scerne Pineto (TE); Claudio Foti, Direttore scientifico del «Centro Studi Hansel e Gretel» di Torino; Don Luca Balugani, direttore dell’Istituto Superiore di Scienze dell’Educazione e della Formazione «Giuseppe Toniolo» di Modena; Maria Grazia Caputo, direttrice dell’Ufficio Diritti Umani dell’Istituto delle FMA di Ginevra, porteranno la loro esperienza di persone ed Enti impegnati nella promozione e tutela dei diritti umani, specie in difesa di minori e di donne maltrattate. Entrambi gli incontri saranno moderati dalla giornalista Roberta Gisotti, caporedattore della Radio Vaticana.

La giornata del 24 settembre, invece, è interamente dedicata alla realizzazione di tre laboratori imperniati sul tema “Educare è nutrire la vita”, guidati dalla Prof.ssa Enrica Ottone della Facoltà «Auxilium», dal Dott. Claudio Foti e dalla Dott.ssa Silvia Deidda del «Centro Studi Hansel e Gretel» di Torino; e dal Dott. Andrea Ascari dell’Istituto Superiore di Scienze dell’Educazione e della Formazione «Giuseppe Toniolo» di Modena.

«Vogliamo vivere Expo come un’opportunità per educarsi e educare; riconoscere che ci sono spazi ed esperienze ideati e progettati per nutrire i visitatori, arricchire le conoscenze, suscitare emozioni, rafforzare le convinzioni e stimolare a impegnarsi in scelte responsabili» dice la Prof.ssa Enrica Ottone che, insieme agli studenti e le studentesse che parteciperanno, sta organizzando il workshop “Educare è nutrire la vita” previsto il 24 settembre al Padiglione Casa Don Bosco di Expo.

Per il programma: http://www.pfse-auxilium.org

 

Escribir un comentario
1 commento
21/09/2015 07:32:23 - Sr.Josephine Rani Susai

Congratulations to la Preside, Prof. Pina Del Core, i Docenti and the students of Auxilium Facolta'- Rome. You did a wonderful job! Great! please continue to work for promoting life culture!


OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.