Appello di solidarietà

Appello di solidarietà Arriva dal Libano , dalla comunità di Hadath-Baalbeck, un appello di solidarietà e vicinanza per un popolo che ora dopo i giorni cruenti di guerra si trova ad affrontare le difficoltà del ricominciare.
Scrive suor Lina Abou Naoum: «La vostra vicinanza, affetto e interesse non fanno che rafforzarci nello spirito di famiglia e nella fede che la missione salesiana sorpassa effettivamente i limiti e le frontiere geografiche e politiche.
Lavorare a Hadath per noi è essere una presenza tra la popolazione bisognosa di cultura, di educazione alla vita e alla pace; è cercare di creare continuamente ponti di solidarietà, di vicinanza e di amicizia tra cristiani e musulmani.
Noi, come istituzione educativa, ci troviamo davanti ad una situazione umana che richiede:
• la massima comprensione nel non chiedere alle famiglie di pagare tariffe scolastiche che risalgono agli anni precedenti;
• accettare per il nuovo anno scolastico la maggioranza delle iscrizioni senza pagamento o a pagamento molto ridotto;
• coprire le spese per il nuovo anno scolastico: divisa scolastica, quaderni, materiale didattico, riparazioni varie;
• provvedere al pagamento degli stipendi per 45 impiegati, insegnanti e personale parascolastico;
• venire incontro a numerose famiglie che hanno perso case, beni, lavoro, nei villaggi che ci circondano.
E questo nella speranza che un anno basti per riportare il Paese alla normalità della vita politica, sociale ed economica.

Adottare la nostra scuola, significa dare a noi e a tutta la popolazione una mano.
Pur essendo in una zona di maggioranza sciita, e dove gli Hezbollah (il partito di Dio) condizionano la vita degli abitanti, noi crediamo nella loro capacità di dialogo, nel loro diritto alla vita e alla pace, e infine nella meritevole solidarietà di cui sono degni e bisognosi.
La nostra missione del dopo guerra non si limiterà ad un sostegno economico alle famiglie e agli studenti, ma stiamo pensando anche a progetti da presentare alla Comunità Europea, per venire incontro sia agli studenti che al resto della popolazione e ridare loro speranza.
Come comunità, esprimiamo tutta la nostra gratitudine e quella dei nostri e vostri destinatari per l’ascolto che ci date e perché il popolo libanese con voi non è rimasto solo.
Concludo con la preghiera di continuare a supplicare Dio per il dono di una pace duratura in mezzo a tante lacerazioni interne, e incertezze di una tregua che non sembra promettente».

Chi volesse contribuire con un sostegno in denaro, può versare il suo contributo di solidarietà alla nostra sede centrale che provvederà a farlo pervenire direttamente all`ispettoria del Medio Oriente Gesù Adolescente
per trasferenze bancarie conto intestato a:
Istituto Figlie di Maria Ausiliatrice
Via dell’Ateneo Salesiano n. 81
00139 ROMA
Numero del conto bancario: 000006400X49
Banca Popolare di Sondrio Agenzia 1 Roma
Codici: CIN M ABI 05696 CAB 03201
SWIFT: POSOIT22
causale: emergenza Libano
IBAN
Coordinate bancarie Internazionali IT 20 M 05696 03201 000006400X49
BBAN
Coordinate bancarie nazionali M 05696 03201 000006400X49
per trasferenze mediante conto corrente postale (solo per l’Italia) conto intestato a:
Istituto Figlie di Maria Ausiliatrice direzione generale
Via dell’Ateneo Salesiano n. 81
00139 ROMA
Numero del conto corrente postale: 53466009
causale: emergenza Libano

Le somme versate saranno tempestivamente devolute a destinazione.

Escribir un comentario
No hay comentarios a esta entradam.
Sé el primero en comentar!

OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.