Consigli generali dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice a confronto

Consigli generali dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice a confronto

Castelgandolfo (Italia). Il consueto incontro dei due Consigli dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice si è realizzato anche quest'anno il giorno della festa della beata Maria Romero, giovedì 7 luglio. La figura di questa donna, mistica nell'azione, è stata motivo di richiamo in vari momenti: nella preghiera di apertura, nella celebrazione conclusiva dell'Eucaristia, nel saluto della Madre, M. Yvonne Reungoat, e nelle parole del Rettor Maggiore, don Pascual Chávez Villanueva. È stato don Pascual a sottolineare la grande stima sua personale e di tanti Salesiani per Maria Romero, che molti considerano “don Bosco redivivo”, capace di inculturare il carisma anche fuori dalla sua terra nicaraguese. La sua vita ha avuto il tono delle grandi realizzazioni, sostenute da una fede incrollabile e da un dono straordinario di contemplazione.

L'obiettivo del raduno dei due Consigli è stato duplice: la condivisione e il confronto sui tre anni di preparazione al Bicentenario della nascita di don Bosco, nelle esperienze comuni ed esperienze specifiche nelle due Congregazioni; e l'aggiornamento sulla recente “Carta d'Identità della Famiglia salesiana”, pubblicata il 24 maggio scorso e tuttora in revisione. Il Rettor Maggiore ha introdotto i lavori sottolineando che l'evento vissuto ogni semestre dai due Consigli generali non è tanto una data di calendario, quanto una opportunità per vivere un tempo di approfondimento delle comuni radici, di crescita nella comunione, di rilancio della missione. La presentazione della Lettera del Rettor Maggiore “Preparazione al Bicentenario della nascita di don Bosco” (2015), è stata introdotta con un'importante sottolineatura: non si tratta di vivere un evento, ma di sprigionare vita, di fare storia, di rilanciare una rinascita spirituale, missionaria, carismatica nella Famiglia salesiana. Le tappe del triennio saranno scandite dall'impegno di conoscenza della storia di Don Bosco, di approfondimento della pedagogia di Don Bosco, e di riappropriazione della spiritualità di Don Bosco. Tre tappe che costituiscono un unico grande processo di vita, di esperienza, di proiezione nel futuro. Nell'orizzonte aperto costantemente ai giovani, perchè “la vita di don Bosco è inseparabile dai giovani”, ha affermato don Pascual.

Da parte delle Figlie di Maria Ausiliatrice, è stata offerta ai presenti una interessante panoramica sulla prospettiva di fondo che guida la preparazione al Bicentenario. Anno per anno, fino al 2015, sono in cantiere proposte di celebrazioni, iniziative di approfondimento, vari sussidi, con un'ottica di fondo: rendere più luminoso il carisma di don Bosco nell'oggi, anche con l'apporto della nostra spiritualità salesiana al femminile. “Non si tratta di moltiplicare le attività, ma di vivere la conversione all'amore in modo più intenso, nella linea di quanto il CG XXII ci ha consegnato”, è stato sottolineato. Il primo anno del grande triduo, per noi FMA si incastona nelle celebrazioni previste per il 140° anniversario di fondazione dell'Istituto FMA (1872).

Il tempo dedicato alla presentazione della “Carta di Identità della Famiglia salesiana” è stato più breve: ha permesso tuttavia di conoscere più da vicino questo importante testo e di riflettere sull'incidenza per le nostre Congregazioni e per gli altri gruppi della Famiglia salesiana.

La celebrazione dell'Eucaristia e la cena insieme hanno concluso, in intensità e allegria, l'incontro dei due Consigli, e regalato a tutti una ulteriore conferma della profonda comunione che vive tra le due Congregazioni.

Ecris un commentaire
1 commento
08/07/2011 - Sor Marìa Cristina Rodriguez S.

Una muy buena ocasiòn para estudiar la historia de cada obra y de cada Provincia a la luz de los acontecimientos vividos en estos 200 y 140 años de historia salesiana. Sor Marìa Cristina


OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.