"Attingiamo all’esperienza spirituale di Don Bosco, per camminare nella santità"

"Attingiamo all’esperienza spirituale di Don Bosco, per camminare nella santità" Nel pomeriggio di martedì 31 dicembre, il Rettor Maggiore dei salesiani, don Pascual Chávez, ha presentato, nella Casa Generalizia delle fma, il tema della strenna 2014. « "Da mihi animas, cetera tolle". Attingiamo all’esperienza spirituale di Don Bosco, per camminare nella santità secondo la nostra specifica vocazione "La gloria di Dio e la salvezza delle anime" »è il tema scelto per questo ultimo anno di preparazione al bicentenario della nascita di don Bosco del 2015.
Il Rettor Maggiore, per il 2014, propone come obiettivo quello di andare alla sorgente del carisma di don Bosco attingendo alla sua spiritualità. Il testo della strenna parte dal costatare come la spiritualità salesiana sia centrata sulla carità pastorale, ossia quella carità che spinge a cercare la «La gloria di Dio e la salvezza delle anime», e a riscoprire gli aspetti della vita interiore di don Bosco e la sua “familiarità con Dio”.
«La "carità salesiana" – scrive il Rettor Maggiore nella presentazione del tema della strenna – è carità pastorale, perché cerca la salvezza delle anime, ed è carità educativa, perché trova nell’educazione la risorsa che permette di aiutare i giovani a sviluppare tutte le loro energie di bene; in questo modo i giovani possono crescere come onesti cittadini, buoni cristiani e futuri abitanti del cielo». Carità educativa pastorale che ha il suo modello in Cristo Buon Pastore  e trova la sua preghiera e il suo programma di vita nel motto di don Bosco Da mihi animas cetera tolle.
La Madre generale, presente con il Consiglio generale, ha accolto il Rettor Maggiore accompagnato dal suo vicario don Adriano Bregolin; suor Emilia Musatti, ha rivolto una parola di benvenuto e di riconoscenza a lui e a tutti i presenti: sorelle delle comunità direttamente dipendenti dalla Madre, sorelle dell'ispettoria Romana con l'ispettrice suor Mara Tagliaferri, l'ispettore della Circoscrizione dell'Italia Centrale, don Leonardo Mancini e altri sdb di Roma.
Don Pascual, dopo un breve saluto iniziale in cui ha ripercorso i temi delle 12 strenne del suo rettorato, ha lasciato parlare il DVD preparato da ANS (Agenzia di Notizie Salesiana) e prodotto da Missioni don Bosco.
La presentazione del commento della strenna si conclude con una rassegna sulla santità dei tanti membri della Famiglia Salesiana a partire da un testo di Don Pasquale Liberatore, sdb.
Madre Yvonne, nella sua circolare che accompagna la strenna (N° 942) sottolinea: «Ogni aspetto della Strenna merita di essere letto con l’intelligenza della mente, con l’apertura del cuore, con la passione di uno spirito aperto alle esigenze del da mihi animas cetera tolle. Questo motto, sintesi della spiritualità di don Bosco, può essere ancora oggi propositivo verso le giovani generazioni che ci interpellano e alle quali abbiamo uno specifico dono da offrire nella spiritualità salesiana. Qui possono trovare la risposta alla loro ricerca di felicità autentica ».

Al termine della presentazione, in un clima di festa viene cantato il canto a don Bosco.

Escribir un comentario
1 commento
02/01/2014 16:19:12 - sr Pasqualina P. fma

ho sempre considerato il rettor Maggiore, don Pascual Chàvez, un uomo di Dio, carismatico. La sua ultima strenna me lo conferma; un invito "accorato" alla santità. Sì, non sono le opere che evangelizzano, ma la santità della vita. E' urgente che torniamo ai santi e meno, forse, alla tecnologia per esere, oggi, attraenti e fecondi.


OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.