IIMA e la Giornata Mondiale dei Diritti Umani

Ginevra (Svizzera). Fin dal 1950, la data è stata decisa per ricordare la proclamazione da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, adottata nel 1948.

La risoluzione 423(V) dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite del 1950 invitava tutti gli Stati e tutte le organizzazioni interessate a celebrare la giornata dei diritti umani nella maniera ritenuta da loro più opportuna. L’Istituto Internazionale Maria Ausiliatrice (IIMA) si impegna a promuovere e difendere i diritti umani, rendendoli una realtà per tutti.

IIMA, è l’organizzazione non governativa delle Figlie di Maria Ausiliatrice volta a promuovere il diritto all’educazione e l’educazione ai diritti umani. A questo fine, nel 2008, ha ottenuto lo Statuto Consultivo Speciale con il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite. La visione di IIMA è che l’educazione sia un diritto per tutti e lo strumento per implementare gli altri diritti.

Il VIDES Internazionale, grazie al protagonismo dei giovani nei progetti di volontariato volti a promuovere diritti umani e solidarietà, costituisce un partner importante per IIMA. L’Ufficio dei Diritti Umani, a Ginevra, ha il compito di rappresentare IIMA e VIDES alle Nazioni Unite, dando visibilità all’esperienza e alle buone prassi realizzate dalle FMA e dai giovani volontari in tutto il mondo.

Le attività dell’Ufficio dei Diritti Umani (IIMA) e del VIDES sono riconducibili a tre pilastri di azione: advocacy, formazione e capacity building, e comunicazione. Attraverso questi pilastri d’azione, l’Ufficio lavora in sinergia con le Organizzazioni Non Governative (ONG) e con altre Istituzioni.

Tramite l’attività di Advocacy l’Ufficio fornisce agli esperti delle Nazioni Unite e ai rappresentanti degli Stati Membri informazioni pertinenti e affidabili su come i diritti umani sono implementati a livello locale, incluso le denunce delle violazioni. L’Ufficio dei Diritti Umani svolge questo compito in stretta collaborazione con gli attori locali. L’obiettivo è quello di condividere le buone prassi realizzate nel mondo dove operano le FMA, al fine di sostenere i governi nell’adempimento dei loro obblighi internazionali in materia di diritti umani.

Gli strumenti utilizzati per svolgere l’attività di advocacy sono molteplici. In particolare, IIMA e VIDES partecipano alle sessioni del Consiglio dei Diritti Umani, presentando dichiarazioni orali (Oral Statements) e redigendo rapporti scritti per la Revisione Periodica Universale (UPR) di vari paesi dove operano le Suore Salesiane. Tali informazioni vengono presentate all’Alto Commissariato per i Diritti Umani delle Nazioni Unite, che le rende accessibili a tutti i rappresentati degli Stati e ad altri attori coinvolti nella Revisione Periodica Universale. Inoltre, l’Ufficio dei Diritti Umani organizza diversi side event per condividere le buone prassi realizzate a livello locale e per garantire il diritto all’educazione e l’empowerment di bambini, giovani e donne, garantendo la loro partecipazione attiva nella società.

Inoltre c’è la collaborazione con i Governi, gli Esperti delle Nazioni Unite e altri attori della società civile, con l’obiettivo di impegnarsi in un dialogo costruttivo per affrontare efficacemente le violazioni dei diritti umani.

Nell’ambito delle attività di formazione e capacity building, si organizzano corsi, incontri, seminari interattivi, workshops, a Ginevra e sul campo, per formare le persone che operano a livello locale, perché continuino il loro lavoro di protezione e di promozione dei diritti umani con maggior consapevolezza dei meccanismi e delle procedure internazionali delle Nazioni Unite volti alla difesa di questi stessi diritti. La formazione mira a educare gli attori locali alla cittadinanza attiva e alla cura della casa comune dalla prospettiva dei diritti umani.

Nell’ambito della comunicazione, in particolare attraverso il sito web e i social network, l’Ufficio svolge un’intensa attività di condivisione e di aggiornamento sulle principali sfide incontrate ogni giorno per la piena realizzazione dei diritti umani e sui progressi compiuti grazie all’azione delle Nazioni Unite. Importante è anche l’invio di informazioni ad hoc alle Ispettorie interessate.

L'Ufficio dei Diritti Umani mira ad assicurare a tutti i bambini e ai giovani un futuro per essere cittadini liberi del mondo. Insieme si può lavorare, affinché i diritti umani diventino una realtà - e non solo un auspicio - per tutti. “L’essere umano, come sottolinea Papa Francesco, è una creatura di questo mondo, che ha diritto a vivere e ad essere felice” (Laudato Si’, n. 44).

Per approfondire:

www.iimageneva.org

www.vides.org

Scrivi un commento
Non ci sono ancora commenti a questa notizia.
Lascia per primo un nuovo commento!

OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.