Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali

Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali Roma (Italia). Papa Benedetto XVI ha scelto come tema per la 44 a Giornata Mondiale della Comunicazione Sociale “Il sacerdote e la pastorale nel mondo digitale: i nuovi media al servizio della Parola”. E ha posto l'accento sull'ambito pastorale della comunicazione e del mondo digitale che offrono nuove possibilità di esercitare il proprio servizio alla Parola e della Parola.

Il messaggio è rivolto ai sacerdoti, a cui il Santo Padre ha dedicato questo anno, ma si apre a tutti quelli che sentono forte la chiamata all'evangelizzazione.

Leggiamo infatti: «Il mondo digitale, ponendo a disposizione mezzi che consentono una capacità di espressione pressoché illimitata, apre notevoli prospettive ed attualizzazioni all'esortazione paolina: “Guai a me se non annuncio il Vangelo!” (1Cor 9,16). Con la loro diffusione, pertanto, la responsabilità dell'annuncio non solo aumenta, ma si fa più impellente e reclama un impegno più motivato ed efficace». E ancora: «Ai Presbiteri, invece, è richiesta la capacità di essere presenti nel mondo digitale nella costante fedeltà al messaggio evangelico, per esercitare il proprio ruolo di animatori di comunità che si esprimono ormai, sempre più spesso, attraverso le tante “voci” scaturite dal mondo digitale, ed annunciare il Vangelo avvalendosi, accanto agli strumenti tradizionali, dell'apporto di quella nuova generazione di audiovisivi (foto, video, animazioni, blog, siti web), che rappresentano inedite occasioni di dialogo e utili mezzi anche per l'evangelizzazione e la catechesi».

Benedetto XVI sottolinea come l'abitare i nuovi spazi digitali offre l'opportunità di dialogo anche con chi professa altre religioni e con i non credenti: «Compito di chi, da consacrato, opera nei media è quello di spianare la strada a nuovi incontri, assicurando sempre la qualità del contatto umano e l'attenzione alle persone e ai loro veri bisogni spirituali; offrendo agli uomini che vivono questo nostro tempo “digitale” i segni necessari per riconoscere il Signore; donando l'opportunità di educarsi all'attesa e alla speranza e di accostarsi alla Parola di Dio, che salva e favorisce lo sviluppo umano integrale». E ancora: « Con il Vangelo nelle mani e nel cuore, occorre ribadire che è tempo anche di continuare a preparare cammini che conducono alla Parola di Dio, senza trascurare di dedicare un'attenzione particolare a chi si trova nella condizione di ricerca, anzi procurando di tenerla desta come primo passo dell'evangelizzazione».

Intanto segnaliamo l'iniziativa della Conferenza Episcopale Italiana (CEI) che sta organizzando un grande convegno dal titolo “Testimoni digitali” di cui si può già consultare il sito www.testimonidigitali.it

Leggi il testo integrale del messaggio.

Leggi il testo integrale del messaggio 

Scrivi un commento
Non ci sono ancora commenti a questa notizia.
Lascia per primo un nuovo commento!

OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.