Dalle nostre sorelle a Gerusalemme e a Bahia Blanca

Dalle nostre sorelle a Gerusalemme e a Bahia Blanca

Ci scrivono con entusiasmo i gruppi di sorelle che stanno vivendo due esperienze molto forti: il  Progetto Gerusalemme, che ha come finalità quella di riscoprire la centralità della Parola di Dio in relazione con il carisma salesiano, e il Progetto di Spiritualità Missionaria,  che si svolge nella terra dove approdarono le prime missionarie inviate da don Bosco e Madre Mazzarello nel lontano 1877.
Le partecipanti al Progetto Gerusalemme, provenienti da molte ispettorie dell’Africa, dell’Europa, dell’America e dell'Asia, hanno iniziato ufficialmente la loro esperienza il 12 ottobre, con una celebrazione Eucaristica sul Monte degli Ulivi. Da questo luogo da cui si contempla la valle del Cedron, le mura e la spianata del Tempio e gran parte della città vecchia, le nostre sorelle hanno scritto: «È stata una grande emozione “vedere” la Città Santa come i pellegrini che arrivando da tutte le parti della Palestina cantavano con il salmista “e ora i nostri piedi si fermano davanti a te Gerusalemme” (sal 121,2)». Dopo l’Eucaristia le nostre sorelle hanno visitato la Tomba della Madonna, la Grotta dell’arresto,  l’Orto degli Ulivi, la Basilica del Getsemani, il Monastero della Maddalena, la chiesa del  Dominus Flevit,  del Pater Noster e la Chiesa dell’Ascensione.
Altra terra, che a ragione possiamo anche definire santa, è quella percorsa dalle prime missionarie la cui vita e testimonianza di dono totale sta entusiasmando le nostre sorelle che dal Canada, Stati Uniti, Messico, Perú, Colombia, Brasile, Cile, Argentina, Paraguay ed Uruguay si sono ritrovate a Bahia Blanca. Il loro itinerario, iniziato il 22 ottobre, si concluderà il 13 novembre e contempla il passaggio da Bahia Blanca a Viedma e a Fortín Mercedes.
In questi primi giorni intensa è stata la condivisione per crescere nella conoscenza reciproca. Ci raccontano: «La celebrazione Eucaristica vicino alla tomba di Laura Vicuña  ha rafforzato la nostra convinzione che in comunità sante crescono giovani santi». La contestualizzazione del progetto avviene attraverso lo studio e la riflessione su documenti biblici, ecclesiali e dell’Istituto.
A noi non resta che dire a tutte: «Buona esperienza».

Ulteriori informazioni relative ai due Progetti saranno pubblicate in seguito.

Scrivi un commento
Non ci sono ancora commenti a questa notizia.
Lascia per primo un nuovo commento!

OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.