La città di Rio do Sul in situazione di calamità per le inondazioni Rio do Sul (Brasile). Le continue piogge che si sono verificate durante l’intero mese di agosto, hanno causato la più grande alluvione di Rio do Sul a partire dal 1984, quando il fiume Itajai-açu si era alzato fino a 15,46 mt. Alle ore 20 del 9 settembre scorso, il fiume ha raggiunto i 12.96 mt, lasciando l’85% della città sommersa, come ha segnalato la Protezione civile. Dei 62 mila abitanti di Rio do Sul, hanno dovuto lasciare le loro case circa 10 mila persone, e 2 mila senzatetto sono stati inviati ai 32 rifugi organizzati dalla Prefettura.
Nell’Alta Valle dell’Itajaí, i comuni di Aurora, Agronomica, Brusque, Ituporanga, Presidente Getulio, Rio Sud, Laurentino, Lontras e Taiò hanno dichiarato lo stato di calamità pubblica e ora stanno cominciando a pensare alla pulizia e all’organizzazione delle città. Il comune di Rio do Sul è stato completamente isolato dal resto dello Stato e il livello del fiume, anche se sta calando, non ha raggiunto il livello normale.
L’Istituto “Maria Auxiliadora”, gestito dalle suore salesiane, ha messo a disposizione la palestra per accogliere le famiglie colpite dalle precipitazioni, e ha ospitato più di 50 persone. Al riparo, esse hanno trovato un posto per dormire e per i pasti. Nella maggior parte dei casi, intere famiglie che hanno perso tutto quello che avevano, sono arrivate solo con i vestiti. Le persone sono ancora molto scosse perchè non sanno dove andare, e l'ascolto attento è un modo per ridurre la loro sofferenza. Nella casa delle suore, sono stati accolti anche i pazienti che venivano da varie parti della Regione per la dialisi presso l'Ospedale di Rio do Sul e non potevano tornare alla loro città di origine. Casi come quello della signora Geneci che, cercando di aiutare i vicini e amici, non ha potuto salvare le proprie cose, dimostrano la dimensione della solidarietà che è tra la gente semplice della Regione.
Oltre all'apertura della palestra per accogliere le persone colpite, sono ospiti della comunità del “Maria Auxiliadora” i familiari di due sorelle vittime delle conseguenze delle alluvioni. E per quanto riguarda la solidarietà non c'è limite: la cappella della scuola ha ospitato due veglie funebri di defunti della città, i cui parenti non avevano altro posto dove assisterli.
Anche se la scuola delle FMA non è stata raggiunta dalle inondazioni, si sono sospese le lezioni fino a quando la situazione sarà normalizzata. Le sorelle, insieme a persone appartenenti alla Comunità educante non colpite dalle piogge, si stanno organizzando per aiutare i più bisognosi, formando gruppi di lavoro per pulire le case, soprattutto dei dipendenti, dei parenti delle sorelle e delle famiglie degli alunni.
Nonostante tutte le complessità e la triste esperienza che vive città, ci sono molti esempi di solidarietà e di aiuto reciproco. Molte persone stanno accogliendo altre famiglie, collaborano come volontari, organizzano donazioni, aiutano dove è necessario, essendo enormi le necessità.
La valutazione dei danni è ancora incerta: tuttavia si presume che siano tre volte maggiori delle conseguenze delle alluvioni del 1983 e 1984, quando Rio do Sul era più piccola e meno evoluta.

Scrivi un commento
4 commenti
18/09/2011 - sr Rosa

Nous venons de lire avec tant d`attention le désastre de l`inondation. Nous prions le Seigneur pour vous et nous vous souhaitons bon courage dans votre travail d`entraide envers les plus démunis. Que la Vierge vous protège. sr Rosa

16/09/2011 - Sr Lucia

Abbiamo letto con tanta attenzione le notizie delle devastazioni causate dalle alluvioni. Siamo vicino con la preghiera alle popolazioni colpite e sosteniamo il tanto lavoro di solidarietà delle nostre sorelle. Maria benedica ogni loro sacrificio per il bene di chi sofrre. Grazie!

16/09/2011 - Soeurs de BEB, maison de repos

Nous sommes vraiment touchées par ce désastre. Nous avons vécu il y a quelques mois la même chose en Belgique mais en plus petit. Il n`y a que notre prière qui puisse vous aider et notre amitié. Nous vous les envoyons de tout coeur.

16/09/2011 - Ir. Ercilde Moratelli, fma

Que Deus e Maria retribua as FMA que vivem em Rio do Sul e a todas as pessoas que deram de si, casa, tempo, ajuda na limpeza das casas dos irmãos atingidos! Nosso Colégio tem localização privilegiada neste sentido, e com isso, sempre que o triste fenomeno da enchente se abate sobre o povo rio-sulense pode oferecer acolhida e conforto aos que sofrem terriveis consequências das chuvas.


OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.