Giornata Missionaria Mondiale

Giornata Missionaria Mondiale

Il 23 ottobre si celebrerà la Giornata Missionaria Mondiale 2011, un occasione per fermarsi a riflettere su come rispondiamo alla vocazione missionaria.

«La missione universale coinvolge tutti, tutto e sempre. Il Vangelo non è un bene esclusivo di chi lo ha ricevuto, ma è un dono da condividere, una bella notizia da comunicare». È con queste parole che Papa Benedetto XVI, invita alla riflessione sulla Giornata Missionaria Mondiale 2011 che si celebrerà il prossimo 23 ottobre. All'interno del suo messaggio Benedetto XVI ha ribadito con forza l'importanza di portare l'evangelizzazione non solo ai popoli che ancora non conoscono Gesù ma anche alle società tradizionalmente cristiane ormai secolarizzate a causa del «cambiamento culturale alimentato anche dalla globalizzazione e dall'imperante relativismo, un cambiamento che porta ad una mentalità e ad uno stile di vita che prescindono dal Vangelo». Ed è proprio per questo che il compito di diffondere la parola del Vangelo «non ha perso la sua urgenza. Anzi».

Nel messaggio il Papa sottolinea l'importanza di pensare all'evangelizzazione come ad un processo complesso che non riguarda esclusivamente il «sostenere le istituzioni necessarie per stabile e consolidare la Chiesa» ma anche «dare il proprio contributo al miglioramento delle condizioni di vita delle persone in Paesi nei quali più gravi sono i fenomeni di povertà, malnutrizione soprattutto infantile, carenza di sevizi sanitari e per l'istruzione» poiché «disinteressarsi dei problemi temporali dell'umanità significherebbe dimenticare la lezione che viene dal Vangelo sull'amore del prossimo sofferente e bisognoso».

Il messaggio di Benedetto XVI si conclude con l'augurio che «la Giornata Missionaria ravvivi il desiderio e la gioia di andare incontro all'umanità portando a tutti Cristo».

E la premura della diffusione della buona novella la ritroviamo anche nelle parole di suor Alaide Deliretti, Consigliera generale dell'Ambito per le Missioni ad/inter gentes che, citando il pensiero di Madre Mazzarello, ricorda che «è tempo di ravvivare il fuoco missionario nel cuore di ogni comunità e di tutte le nostre ispettorie». Con un'esortazione che è allo stesso tempo l'impegno stesso delle missionarie: “andate”. Suor Alaide conclude il suo discorso sul mese missionario alle sorelle coordinatrici invitandole non solo a ravvivare il fuoco ma a far si che questo fuoco non si spenga nel mondo. Affinché si continui a perseguire la tradizione che accompagna le fma dal lontano 1877, anno in cui don Bosco realizzò il suo sogno con la prima spedizione di suore missionarie dirette in America Latina.

http://andatefma.blogspot.com/p/giornata-missionaria-mondiale-2011.html

Lucia Aversano

Scrivi un commento
Non ci sono ancora commenti a questa notizia.
Lascia per primo un nuovo commento!

OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.