Thailandia: piogge e disagi non cessano

Thailandia: piogge e disagi non cessano

Continuano ad arrivare notizie dalla Thailandia di pioggia e allagamenti in tutta la Nazione.

Dal mese di agosto in Thailandia sono state colpite dall'alluvione sono state colpite 26 province.

Venerdì 4 Novembre l'acqua si è avvicinata al territorio di Sampran ed ha invaso la scuola Marie Upatham, Ban Than Phraphon, il Centro Riabilitazione giovani non vedenti, la casa degli operai, il noviziato e la casa d'accoglienza Thidarak.

Sono 32 anni che è aperta la scuola Marie Upatham e non era mai capitato una simile inondazione. L'acqua è arrivata a circa 60-70 cm. Le notizie ufficiali dicono che è probabile che il livello dell'acqua aumenti verso la metà del mese quando ci sarà l'alta marea e che durerà fino alla fine del mese. Le aspiranti e le collaboratrici domestiche si aiutano nel preparare palline di una certa sostanza organica che serve per risanare un po' l'acqua ormai inquinata e già in stato di putrefazione e per togliere il tanfo che proviene dall'acqua ferma.

La maggioranza delle famiglie, delle insegnanti e delle alunne si trovano nelle nostre stesse condizioni perciò non sappiamo quando si potrà riaprire la scuola per il secondo semestre. L'inondazione nella scuola infatti ha coinciso con le brevi vacanze tra il primo e il secondo semestre. Non si è potuto effettuare il campeggio vocazionale e l'incontro con il gruppo VIDES appuntamenti usuali di questo periodo.

Non è stato risparmiato il Centro Riabilitazione giovani non vedenti che insieme a suor Teresina, suor Srivilaivan e le insegnanti hanno messo a salvo il più possibile. Per evitare maggiori difficoltà le giovani rimaste con noi sono state accompagnate a Ratchaburi alla casa di un'insegnante.

Mentre si vigila sulla situazione del territorio le fma condividono il tempo e le forze per andare a visitare i vicini di casa, il seminario della Congregazione OMI in cui l'acqua è arrivata a più di un metro. «Condividiamo – scrivono le fma – con loro un pò di aiuti e di viveri, ma ciò che e più gradito è proprio la nostra visita, l'essersi fatte presenti e l'incoraggiamento vicendevole nell'affrontare la sorte comune. Tutte ci aiutiamo per affrontare questa situazione con serenità cercando di fare tutto quello che è nelle nostre possibilità, confidando nell'aiuto del Signore».

La comunità sente il bisogno di ringraziare per l'incoraggiamento, le preghiere e gli aiuti concreti che ci sono giunti da tante parti.

Escrever comentário
5 comentários
15/11/2011 - Suor Lucia

Carissime sorelle,leggendo le vostre notizie ci sentiamo ancora più vicine a chi soffre per queste calamità. Grazie per quello che donate con tanto amore e dedizione. Sentiteci presenti con la nostra preghiera,perchè il Signore vi sia sempre vicino. Con affetto. Suor Lucia e comunità.

15/11/2011 - Federica Storace

Carissime suore Vi sono vicina con l`affetto, la preghiera ed il ricordo perchè anche noi, a Genova (Italia) siamo stati colpiti, nei giorni scorsi, da un`alluvione terribile. Spero che ... torni presto il sole!

15/11/2011 - Orsolina Kim

Siamo vicine con la nostra preghiera e affetto in questo momento doloroso e difficile! Siete meravigliose nel rendervi solidali con chi soffre pur trovandovi anche voi nella difficolta`! tutte le sorelle della Korea invocano e supplicano il Signore per voi, per la vostra amata patria per il ritorno dei giorni sereni!

15/11/2011 - FMA THAI

Grazie di cuore carissima sr.Elena, il tuo messaggio ci fa davvero molto contente e ci da il coraggio di piu`. Grazie dal cuore riconoscente. Comunita` di Sampran e Noviziato.

14/11/2011 - elena rastello

Siamo edificate, sorelle carissime, dalla vostra serenità, resilienza e fede con cui affrontate questa calamità così grave... Voi e la vostra gente ci date un esempio di profonda solidarietà, che ci stimola alla preghiera e all`offerta, CON voi e PER voi. Sentitevi accompagnate da tutte noi, soprattutto da chi conosce voi e le vostre comunità... Coraggio nel Signore! Un abbraccio forte.


OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.