Giovani talenti di “Bottega”

Giovani talenti di “Bottega”

La “Bottega d'Europa” è un laboratorio dove si impara l'inglese attraverso il teatro, diretto e fondato da suor Caterina Cangià. I giovani e i giovanissimi frequentatori della bottega, ogni anno preparano uno spettacolo in lingua straniera e così facendo imparano l'inglese divertendosi. Alcuni di loro, l'estate scorsa, hanno avuto l'occasione di prendere parte alle riprese del film su Maria Domenica Mazzarello, presentato in anteprima a Roma il 4 maggio.

Per due settimane, caldissime, i giovani talenti hanno vestito i panni dei ragazzi che hanno fatto parte della vita della Santa. «L'esperienza è stata bellissima» hanno risposto in coro Andrea, Gabriele, Alice, Martina, Michela Giulia, Silvia, Federica, Martina e Sofia, la bimba che nel film interpreta il ruolo di Maìn da piccola.

Per alcuni di loro girare questo film è stato un momento anche formativo. Silvia, 12 anni, ha deciso che da grande diventerà regista e Michela, sua coetanea, fotografa.

Per altri è stata un'esperienza inattesa. Gabriele, che nel film interpreta uno dei fratelli di Maria Domenica, è rimasto piacevolmente sorpreso. «Io mi aspettavo qualcosa di meno organizzato, qualcosa di più semplice e invece certe scene le hanno fatte fare anche 5-6 volte come se fosse un film di quelli che escono al cinema. Mi aspettavo qualcosa di meno, ed è bello che sia stato così». Per Alice e Martina, le bimbe di 9 anni che interpretano le “figliette” di Maìn, invece, è stato un duro lavoro «faceva tanto caldo – dicono con tono languido e sorridendo – e ci siamo stancate tanto: da grandi non vogliamo fare le attrici».

Per Michela, Giulia e Silvia che frequentano il secondo anno di scuola media, il momento più bello in assoluto è stato quando hanno girato la scena del ballo: «Abbiamo ballato una tarantella ( danza tradizionale piemontese nda ), eravamo tanti ed è stato magnifico».

Sofia, Maìn da piccola nel film, racconta che non si sarebbe mai aspettata di interpretare un ruolo così importante e afferma: «Pensavo di essere la bambina più semplice del mondo e invece mi sono ritrovata a fare un film, è stato incredibile! E anche se abbiamo ripetuto tante volte alcune scene, ed è stato faticoso, è stato veramente fantastico».  

Escrever comentário
1 commento
10/05/2012 - Collegio Universitario di Pisa

Ammiriamo con soddisfazione e gioia... attendiamo di poter realizzare il nostro sogno nella "CASA DELLA ELICITA`"


OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.