Giovani e scuole professionali: “C’è qualcosa di più”

Giovani e scuole professionali: “C’è qualcosa di più” Il primo giugno a Roma si è svolta la manifestazione dal titolo “C'è qualcosa di più” alla quale hanno preso parte gli studenti delle scuole professionali di tutta Italia. Obiettivo di questa due giorni promossa da Confap, Confederazione Nazionale Formazione Aggiornamento Professionale, con il sostegno di Roma Capitale, è stato quello di porre l'accento sull'attività della formazione professionale, all'80% di matrice cattolica, per il lavoro dei giovani. L'evento è stato preceduto da una tavola rotonda dal titolo “ La formazione professionale dei giovani, opportunità di lavoro, integrazione e crescita dei cittadini di domani ” con i rappresentati dei ministeri competenti, il sindaco di Roma Gianni Alemanno e il Segretario Generale aggiunto CISL , Giorgio Santini. Un tema non solo italiano ma che coinvolge i giovani di tutto il mondo e che converge con quello del G20 del Messico nel quale si affronterà il tema della disoccupazione giovanile a tutto tondo.

Madre Yvonne, la quale non è potuta essere presente fisicamente alla giornata ha però dato il suo sostegno all'evento dicendo che «È una scelta di qualità molto attuale e opportuna visto il contesto sociale in cui stiamo vivendo la nostra missione educativa-professionale-salesiana».

I giovani hanno potuto dare dimostrazione delle loro capacità professionali grazie all'allestimento di 56 stand. Il Ciofs-fp ha allestito 11 stand: uno stand della sede nazionale; due stand del Ciofs-fp Lazio, operatore della ristorazione, operatore grafico: multimedia; quattro stand del Ciofs-fp Sicilia, operatore delle lavorazioni artistiche, operatore della ristorazione; uno stand del Ciofs-fp Emilia Romagna, operatore ai servizi di vendita; uno stand del Ciofs-fp Friuli Venezia Giulia, operatore ai servizi di promozione e accoglienza - servizi del turismo; uno stand del Ciofs-fp Piemonte e uno stand del Ciofs-fp Puglia, operatore delle lavorazioni artistiche.  

Scrivi un commento
Non ci sono ancora commenti a questa notizia.
Lascia per primo un nuovo commento!

OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.