Pellegrini di verità e di pace

Pellegrini di verità e di pace

Roma (Italia). «La pace è una persona, – ha ripetuto spesso papa Francesco – è lo Spirito Santo». La Solennità di Pentecoste è, quindi,  un'occasione per invocare la Pace ed evitare il rischio di dimenticare i tanti conflitti che sono nel mondo. Può diventare un'opportunità per richiamare l'attenzione della comunità internazionale, di tutti quelli che hanno una qualche responsabilità e sono in qualche modo coinvolti nelle tante situazioni di violenza e di conflitto in tutto il mondo.

«Quanta sofferenza, quanta devastazione, quanto dolore ha portato e porta l'uso delle armi specialmente tra la popolazione civile e inerme! Quanti bambini non potranno vedere la luce del futuro! Con particolare fermezza condanno l'uso delle armi chimiche! Vi dico che ho ancora fisse nella mente e nel cuore le terribili immagini dei giorni scorsi! C'è un giudizio di Dio e anche un giudizio della storia sulle nostre azioni a cui non si può sfuggire! Non è mai l'uso della violenza che porta alla pace. Guerra chiama guerra, violenza chiama violenza!», l'appello di papa Francesco nell'Angelus del 1° settembre 2013.

Non bisogna dimenticare le guerre e i conflitti in Medio Oriente e in Africa; i numerosi rifugiati provenienti dalla Palestina, dalla Siria e dall'Iraq; i milioni di sfollati, di cui tanti bambini, della Repubblica Centroafricana e del Sud Sudan; le crisi di Damasco e di Kiev; le tensioni civili in Venezuela, Thailandia e Corea del Nord; le dimenticate vittime quotidiane, le indicibili sofferenze, le migliaia di profughi, tra cui anziani e bambini, che patiscono e a volte muoiono per la fame e le malattie causate dalla guerra.

La missione dello Spirito Santo è generare armonia e operare la pace nei differenti contesti e tra soggetti diversi. La realizzazione della pace dipende, innanzitutto, dal riconoscimento di essere, in Dio, un'unica famiglia umana. La pace nasce e si consolida dalla verità non solo che abbiamo tutti lo stesso sangue e facciamo parte del genere umano, ma anche che abbiamo un unico Padre nel cielo e siamo tutti suoi figli, creati a sua immagine e somiglianza.

«La pace - ha detto il Santo Padre - si fa artigianalmente! Non ci sono industrie di pace, no. Si fa ogni giorno, artigianalmente, e anche col cuore aperto perché venga il dono di Dio". L'artigiano di pace - sia egli uomo della strada o leader nazionale - ha bisogno della preghiera perché attraverso di essa lo Spirito di Dio "unge" e dispone il cuore a conservare la pace, ad essere messaggero e testimone di pace».

L'esodo verso la pace richiede coraggio, fermezza e il sostegno della preghiera.

 

Scrivi un commento
3 commenti
07/06/2014 18:16:53 - Maria Pilar Andres Vela

Me uno con amor a los deseos de PAZ, invocando al Espiritu Santo en Pentecostés por intercesion de Maria Auxiliadora de la PAZ, para que nuestro mundo reciba este don principalmente alli donde es mas urgente.

07/06/2014 12:30:56 - Sr. Ada Bisci

Lo Spirito di Dio è la nostra Forza; la nostra gioia nel consiglio, nella pietà ed in tutte le diverse circostanze da Lui preparate nel nostro cammino. E' lo Spirito Santo che ci fa capire quanto è grande donare un bicchier d'acqua per amor di Dio , che è più bello donare che ricevere, aiutare a portare la croce che disinteressarsi del prossimo; è dono dello Spirito credere nel Verbo fatto uomo per salvarci, ed essere fedeli nel discepolato. E allora, O Spirito d' Amore, rimani sempre con noi insegnaci la Vita di Dio perché siamo suoi figli e vogliamo servirlo e testimoniarlo ogni giorno.

06/06/2014 21:33:59 - Aida

Que alegría darle espacio al Espiritu de Dios,hagamos fuerza de llamar al ESPIRITU SANTO que nos fortalezca a dar pasos de bien,gestos concretos de acompañarnos,como hermanos,sin ver razas,religión condición social,somos hermanos peregrinos....de paso.....busquemos las cosas que nos acerquen mas.....legará la PAZ....aida


OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.