Messaggio di Madre Yvonne Reungoat al Rettor Maggiore dei Salesiani Don Ángel Fernández Artime

Messaggio di Madre Yvonne Reungoat al Rettor Maggiore dei Salesiani Don Ángel Fernández Artime

Messaggio di Madre Yvonne Reungoat, al Rettor Maggiore dei Salesiani Don Ángel Fernández Artime, in occasione dell'apertura ufficiale dell'anno bicentenario della nascita di don Bosco.

«Stimato e caro Rettor Maggiore don Ángel,

vengo a lei con grande gioia e riconoscenza nel giorno dell'apertura ufficiale dell'anno bicentenario della nascita di don Bosco per augurare alla Congregazione salesiana e a tutti i gruppi della grande Famiglia di don Bosco, da lei guidati con saggezza carismatica, una felice e santa ricorrenza.

Sono auguri che giungono a nome delle sorelle del Consiglio generale e interpretano i sentimenti delle FMA del mondo intero per invocare da Dio l'abbondanza di benedizioni sul Rettor Maggiore e su tutta la Famiglia salesiana.

Ci siamo impegnate a vivere il triennio in preparazione seguendo le indicazioni di don Pascual Chávez Villanueva, allora Rettor Maggiore, che invitata la Famiglia salesiana a conoscere don Bosco, ad approfondire la sua pedagogia fondata sul Sistema preventivo e animata dallo slancio del da mihi animas cetera tolle , a ravvivare la spiritualità di don Bosco e, infine, a vivere l'anno celebrativo come missione di don Bosco con i giovani e per i giovani.

Ho accompagnato l'invito di don Pascual con una lettera alle Ispettrici ( 31 gennaio 2011 ) nella quale sottolineavo l'importanza del b icentenario come opportunità privilegiata per ravvivare l'identità carismatica.

Nelle mie visite in molte zone del mondo ho potuto costatare l'accoglienza delle tappe proposte.

Con la stessa passione abbiamo accolto da lei, don Ángel, in qualità di decimo Successore di don Bosco, il rilancio del l' a nno celebrativo . La Strenna 2015, di cui ci ha inviato in anteprima la sintesi, identifica nel motto: “Come Don Bosco, con i giovani, per i giovani” l'occasione per rilanciare un cammino di fedeltà alla chiamata che don Bosco sentì, ascoltò e tradusse in vita.

Siamo convinte con lei, don Ángel , che il dono di don Bosco alla Chiesa e alla Famiglia salesiana dovrà lanciarci con la maggior forza possibile verso la missione di educare evangelizzando, dovrà tradursi in vera e propria conversione pastorale, come chiede Papa Francesco, e interessare tutti i gruppi della Famiglia salesiana.

A lei e a tutti i Salesiani l'augurio di attualizzare don Bosco oggi. Il nostro Fondatore suscita ovunque entusiasmo e ammirazione: segno che è capace di parlare ai giovani e di attrarli con il suo carisma. In lei, don Ángel , ringrazio tutti i Salesiani per il loro ministero, di cui ci avvaliamo in via preferenziale, per la loro fraternità, per il loro essere pionieri in terre difficilissime, talvolta, rischiose. I Salesiani rischiano per Dio e per don Bosco al fine di realizzare il suo sogno, che è sogno di vita e di felicità per i giovani. Un sogno di futuro centrato sulla qualità di relazioni fortemente umanizzanti e evangelizzatrici nello spirito di famiglia.

In quanto Istituto fondato direttamente da don Bosco, ho invitato le FMA a vivere questo evento come possibilità di forte rinnovamento nell'entusiasmo vocazionale; di azione di grazie per il grande dono del carisma salesiano per la salvezza della gioventù di ogni tempo e di ogni contesto culturale; di speranza nel futuro (cf circolare corale 16 luglio 2014).

Siamo sicure che Maria Domenica Mazzarello dal cielo si rallegrerebbe per il bicentenario del nostro comune Padre e Fondatore, di cui aveva percepito la particolare sintonia con quanto lei stessa andava facendo per le ragazze, intuendone la santità di vita fin dal primo incontro a Mornese: “Don Bosco è un santo e io lo sento”!

In Lui sono le nostre radici. Nel suo cuore è tuttora custodito il grande sogno che si attualizza ogni giorno nel nostro Istituto: essere Monumento vivente di gratitudine a Maria Ausiliatrice.

Con semplicità, madre Mazzarello sottolineava: “Le Costituzioni ce le ha date don Bosco. Lui sa ciò che vuole da noi la Madonna”, invitando con questo le FMA a viverle come via privilegiata di santità.

Nell'anno bicentenario che si apre, e che in modo sorprendente coincide con l'Anno della Vita Consacrata, vogliamo interrogarci su come far risplendere il Monumento vivo dell'Istituto, come ridargli vitalità e freschezza carismatica. Il segreto lo troviamo nelle intuizioni di don Bosco, attualizzate e vissute a Mornese con stile femminile. Noi le abbiamo sintetizzate nel tema del Capitolo generale XXIII: “Essere oggi con i giovani casa che evangelizza”.

Don Bosco ci aiuti a realizzare questa chiamata perché possiamo essere casa accogliente per le giovani generazioni e, con loro, uscire per evangelizzare. Vegli con particolare tenerezza sulla sua missione, don Ángel , e la ricolmi di benedizioni.

Maria Ausiliatrice, in questo speciale anno di grazia, ottenga a tutta la Famiglia salesiana nuove e sante vocazioni. Ci aiuti ad essere don Bosco vivo oggi prolungandone la presenza e l'opera educativa evangelizzatrice .

Con grande affetto e stima,

Suor Yvonne Reungoat fma»

Scrivi un commento
2 commenti
16/08/2014 10:45:26 - Giovanna Pesenti

Ho letto con gioia e commozione il suo messaggio al rettor Maggiore. La ringrazio di cuore per averci interpratate presso di lui. Si, fa sempre bene ricordarci la ragione per cui don Bosco ha voluto il nostro Istituto: il suo grazie a Maria Ausiliatrice. Con gioia rinnoviamo questo impegno in questo giorno caro alla Famiglia Salesiana, coinvolgendo tutte le persone che vivono con noi e, che come noi vivono per i giovani

15/08/2014 12:13:55 - Anna Razionale

Grazie, Madre, per esserti fatta voce di ogni FMA per l'apertura ufficiale del Bicentenario della nascita di Don Bosco,ma soprattutto per ricordarci cosa deve significare per noi questo anno celebrativo: ridare freschezza alla nostra identità carismatica per essere con i giovani e per i giovani CASA che testimonia e vive lo stile di Mornese e di Valdocco!


OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.