Logo istituzionale delle Figlie di Maria Ausiliatrice - Vai alla Home Page del Portale
14/12/2017 Ad Haiti ho trovato una casa
Ad Haiti ho trovato una casa

Haiti. I giovani cercano la felicità? Dove e come la cercano, e dove e come la trovano? Condividiamo a testimonianza di una ragazza di 21 anni che da tre anni passa le sue estati nell'isola più povera dell'America Latina.

Maria Chiara, 21 anni, studentessa in infermieristica, ci racconta un'esperienza che le ha letteralmente cambiato la vita, tanto da darle un vero 'indirizzo vocazionale'. Alla base delle sue parole torna il tema di fondo dei mesi scorsi: i giovani cercano la felicità? Dove e come la cercano, e dove e come la trovano?

La storia di Maria Chiara, che ringraziamo per aver condiviso quanto ha vissuto, è una storia limpida e fresca, come la gioventù sa donare, e trova in Haiti il suo centro: un'isola poverissima, che da tre estati è la meta della sue 'vacanze' di volontariato.

«Ad Haiti ho conosciuto me stessa e ho trovato la mia casa tra le persone: io penso che ci si senta a casa quando si è felici, spudoratamente felici, ed io ho avuto la fortuna di scoprire qual è la mia casa a 18 anni. Sono tre anni che vado ad Haiti per fare attività e animazione con i ragazzi e bambini del posto e mi ricordo ancora le sensazioni provate la prima volta, quando sono atterrata su quella terra: una botta di calore, caos, confusione, polvere e colori. Un alternarsi di cemento e dipinti alle pareti, un cocktail di immagini nuove per i miei occhi, ma che hanno colpito diritte il cuore.

Dopo la mia prima esperienza, rientrare in Italia e tornare alla vita di tutti i giorni è stato molto difficile, perché è stata ribaltata la mia scala delle priorità e dei desideri, e ad accompagnare le mie giornate era una bramosa voglia di tornare ad Haiti per capire perché io fossi così felice lì e non nel posto che ho sempre chiamato casa. Nelle prime due esperienze (agosto 2015 e agosto 2016) è nato il desiderio di voler vivere come vivevo lì tutti giorni per il resto della mia vita, così ho deciso di studiare qualcosa che mi permettesse di essere utile nella mia piccolezza: ho scelto infermieristica.

Ci sono tanti motivi per cui io mi sono innamorata di quella terra, ma una delle lezioni più belle che Haiti mi ha regalato è quella di godersi ogni momento, perché ogni istante è prezioso. Lì la musica, per esempio, è sempre accesa al massimo volume creando un'atmosfera di festa. Ogni cosa che c'è vale per l'oggi, domani chi sa...Questa estate per la prima volta non sono stata nella capitale, Port au Prince, ma ho fatto un mese a nord-ovest, ospitata da don Claudio Mainini, parroco di Mare Rouge, una cittadina che, oltre ad avere paesaggi mozzafiato, mi ha aiutato a confermare il desiderio di raggiungere questo paese dopo gli studi per farmi provocare quotidianamente.

Ogni persona che ho incontrato in queste mie esperienza ha lasciato un segno nel mio cuore con un gesto o una parola. Le giornate iniziano all'alba e terminano quando brillano le stelle che illuminano gli occhi con il loro riflesso, riflesso che a volte cade nelle lacrime di gioia o dolore. Si vedono talmente tanti volti gioiosi, sofferenti, addolorati, speranzosi... che gli occhi devono sfogarsi ogni tanto.

È proprio bello farsi conoscere e conoscere, si crea un confronto che fa capire le diversità, ma si arriva sempre alla conclusione che tutti in fondo desiderano solamente essere felici, spudoratamente felici, in un modo o in un altro. Potrei scrivere pagine e pagine di insegnamenti che Haiti mi ha regalato, ma è proprio la bellezza del viverli che li rende utili. Un suggerimento che mi sento di dare ai miei amici, e a tutti, è di fare una esperienza così nella vita: farsi sconvolgere da tutto senza avere paura di far crollare il proprio tutto perché si raggiungere un livello di povertà di spirito tale da mostrare l'essenziale e l'essenza di se stessi».

 
Invia ad un amico Stampa Aggiungi ai preferiti
Ultimi aggiornamenti
  • 4/10/2019 A ti te los confío
  • 1/10/2019 “Navegar é preciso, proteger também! ”
  • 26/8/2019 Auxiliadora-Petrolina promoveu Seminário de Profissões para alunos do Ensino Médio
  • 17/8/2019 Non siamo i “benvenuti”, ma i “bentornati”!
  • 1/8/2019 "Façamos ressoar esperança e confiança na juventude”.
  • 3/6/2019 Projeto Amigos Leitores
  • 30/5/2019 Novena e festa di Maria Ausiliatrice
  • 24/5/2019 Seminários sobre “Pesquisa em Saúde” e “Câncer” mobilizam estudantes e profissionais
  • 14/5/2019 La Visite de la Sœur Maria Nieves Roboso en AFC (RDC)
  • 30/4/2019 The New Wine of Joy: A Prophetic Encounter
  • 25/3/2019 VOICE OF FMA Project Mornese 2019
  • 24/2/2019 Mondo-Mania, un Progetto sull’Immigrazione
  • 12/1/2019 Un cuore salesiano non va mai in vacanza
  • 13/12/2018 Ehoes of the Youth Synod in India
  • 4/12/2018 Giovani solidali con ammalati Aids
  • 17/11/2018 La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani
  • 5/10/2018 Children and youth defending human rights
  • 28/9/2018 SEGUI IL TUO SOGNO
  • 26/9/2018 The Dream of Peace: an Artist’s Vision
  • 2/9/2018 CAMPO BOSCO 2018 “FAREMOS TUDO A MEIAS”
  • 2/9/2018 Viagens ampliam conhecimento
  • 20/8/2018 Jovens participam de experiência missionária na Aldeia Meruri
  • 10/7/2018 “Encuentros que forman y trasforman” - Experiencia Proyecto Mornés FMA 2018
  • 8/6/2018 SynLabAux: coltiva il talento
  • 26/4/2018 Progetto Mornese FMA e Laici
  • 12/4/2018 I giovani della Casa Paolo VI - Concesio
  • 25/3/2018 Alternanza scuola-lavoro
  • 26/2/2018 EL ECO DE LOS JÓVENES
  • 26/1/2018 Una chiesa che “produce dal basso”
  • 23/1/2018 Accompagnati per accompagnare
  • 14/1/2018 Il mio primo incontro con le Nazioni Unite
  • 10/1/2018 In ascolto dei giovani
  • 9/1/2018 Missionari per la Vita
  • 5/1/2018 Fare casa
  • 14/12/2017 Ad Haiti ho trovato una casa
  • 11/12/2017 Giovani e scelte di vita
  • 2/12/2017 Verso la Giornata Mondiale dei diritti umani
  • 23/11/2017 Formación de animadores y preanimadores en Aragón
  • 21/11/2017 Obklopoval nás sneh a Božie slovo
  • 14/11/2017 Zurückschauen und Vordenken
  • 9/11/2017 Experiência de saída, experiência missionária
  • 7/11/2017 Il volontariato, forza creativa per la pace
  • 29/10/2017 “Manos que dan, nunca estarán vacías”
  • 24/10/2017 SOY SALESIANA CON SANGRE MEXICANA
  • 28/9/2017 EL MEJOR MOTIVO PARA SEGUIR LUCHANDO
  • 26/9/2017 Vi que el servicio era alegría
  • 11/9/2017 Educomunicação em pauta
  • 5/9/2017 Sou fruto da educação salesiana
  • 26/8/2017 The Oratorian Heart for Peace in the Middle East
  • 24/8/2017 A piedi nudi
  • IL MURETTO - GuestBook
     Nome
     Email
     Messaggio


      sistaele 10/4/2017  
      ... just imagine a big crowd of young people from a variety of ethnic communities, all belonging to Shillong Province… such a feast to the eyes and a blessing to the heart of Mother Yvonne!
      sistaele 3/3/2017  
      ... quelle di papa Francesco, le scelte che coscientizzano! Grazie per la tua firma, Francesco e grazie al Sermig, movimento coraggioso e coinvolgente... con la bontà che disarma!
      Sr. Theresa Lee 21/2/2017  
      FANTASTIC (initiative)! Thank you!
      sistaele 28/1/2017  
      Informazione,denuncia, educazione preventiva perchè bambini, adolescenti, giovani donne non siano più schiavi e il mondo degli adulti si converta...
      Aminange ilunga 6/11/2016  
      je suis tres heureuse d`apprendre que la mere generale vindra au lycee hodari le 09/11.